pallacanestro

PALLACANESTRO

di Giovanni Lestini



(4) La dinamica della pallacanestro



Il tempo di durata di una partita di pallacanestro è di quaranta minuti, divisi in due tempi di venti minuti ciascuno, separati da un intervallo di dieci minuti.
Quando il gioco è fermo il cronometro viene bloccato, poiché il tempo di gioco è reale, in altre parole, i quaranta minuti in sui si svolge la partita devono essere effettivi.
Se, al termine della partita, le due squadre hanno conseguito un risultato di parità, dovranno disputare due tempi supplementari di cinque minuti ciascuno.
Nel corso della partita ciascuna squadra ha la possibilità di chiedere due time-out per tempo, in cui l’allenatore può dare alla squadra dei consigli utili sulla tattica da adottare e sulla strategia da seguire.

Il time-out è un minuto di pausa in cui la squadra si riunisce intorno all’allenatore, per ascoltarne i suggerimenti

Il punteggio realizzato da ciascuna squadra dipende dalla quantità di canestri effettuati, ai quali viene attribuito un valore diverso secondo le modalità di realizzazione:

La squadra che compie un’azione d’attacco ha un tempo limitato di trenta secondi, che sono regolati da uno strumento detto appunto "orologio dei trenta secondi".
Pertanto, la squadra che, nel corso di un attacco, termina l’azione oltre il limite di tempo previsto dal regolamento perde il possesso di palla.

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional