pallacanestro

PALLACANESTRO

di Giovanni Lestini



(5) L'arbitraggio



Le partite di pallacanestro sono dirette da due arbitri che hanno le stesse funzioni.
Essi hanno il compito di giudicare la regolarità dello svolgimento del gioco e devono applicare il regolamento, laddove ci siano delle irregolarità.

Gli arbitri sono coadiuvati dagli ufficiali di campo:

segni arbitrali L’arbitro deve essere l'esempio di rettitudine morale e di lealtà sportiva, mediante l’onestà, l’equità, l’affidabilità e l'imparzialità. Egli si assume la responsabilità delle proprie azioni e delle loro eventuali conseguenze.
Inoltre egli svolge la propria funzione ponendosi al di sopra delle parti, assolvendo i propri doveri in modo obiettivo, senza mai arrogarsi il diritto di favorire alcuna squadra o alcuni dei relativi componenti.
All’arbitro è richiesta una prestazione professionale qualunque sia il suo livello operativo. Tale professionalità fa riferimento sia alla propria preparazione fisica ed atletica, sia alla padronanza delle tecniche arbitrali e di gioco.
Infine, egli assume determinate decisioni esclusivamente nel rispetto dei regolamenti federali, che saranno applicati osservando l'essenza di ogni regola, mediante il buon senso, a tutela del gioco, nel rispetto della lealtà competitiva e sportiva.

(fine del capitolo)


pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional