pallanuotista

NUOTO

di Giovanni Lestini



(3) I fondamentali



Il nuoto è il complesso dei movimenti che permettono ad un uomo di muoversi nell’acqua sia in immersione, sia in superficie.

In genere, nella comune accezione, per "nuoto" s'intende il semplice procedere in acqua. Questa espressione comune, però, non è sufficientemente esatta, anche se fondamentalmente è corretta.

Come per camminare s'intende lo spostarsi da un luogo ad un altro in una determinata direzione, movendo le gambe con assoluta competenza, così per nuotare si deve intendere lo spostarsi in acqua da un luogo ad un altro, in una precisa direzione con totale controllo dei movimenti.

Al termine "nuotata" si attribuiscono due significati differenti:

A sostegno di questi due elementi vi è una serie di conoscenze fondamentali come l’ambientamento, il galleggiamento, la respirazione, lo scivolamento.

Ambientamento.       E' la fase in cui si tende a considerare l’acqua come un ambiente naturale. L’ambientamento è finalizzato a favorire la decontrazione muscolare degli allievi, per favorire un migliore apprendimento degli esercizi propedeutici al nuoto.
Coloro che avranno raggiunto un buon ambientamento si sentiranno a proprio agio nel nuovo ambiente naturale aria-acqua.

Galleggiamento.       E' l'abilità di galleggiare in un fluido, di mantenersi in superficie con una o più parti del corpo. Mediante il nuoto di galleggiamento si esegue un complesso di movimenti per mantenere il corpo in superficie, senza produrre eccessivi spostamenti.

Respirazione.       E' la fase preponderante sia dell’ambientamento, sia delle nuotate. Ogni alterazione di carattere psichico si riflette sulla respirazione, causando un mutamento del respiro sia nel ritmo, sia nella frequenza. La respirazione è talmente legata all’ambientamento e ad ogni singola nuotata, che deve essere trattata separatamente sia nell’adattamento all’acqua, sia nelle nuotate specifiche.

Scivolamento.       E' un'azione associata tra il galleggiamento e la spinta con gli arti inferiori, che deve essere leggera e progressiva in modo tale che il corpo scivoli lentamente sull’acqua (dalla posizione prona o supina), assumendo contemporaneamente la posizione di galleggiamento.

"I tuffi ed i salti in acqua, oltre a rappresentare un'attività giocosa, sono determinanti per la conquista di un valido ambientamento all’acqua "

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional