energia muscolare

SVILUPPO DELLA FORZA, DELLA RESISTENZA, DELLA FLESSIBILITA’

di Giovanni Lestini



(5) Ipotesi di allenamento



«La flessibilità costituisce insieme a
forza, resistenza muscolare, composizione corporea,
ed efficienza cardiocircolatoria uno dei fattori
indispensabili per l’efficienza fisica
collegata alla salute.»
(Attilio CARRARO, Massimo LANZA (a cura di), Insegnare⁄apprendere in Educazione Fisica)

Qualsiasi programma di allenamento, che tenda a favorire il miglioramento della forza e la preparazione atletica, richiede una costante applicazione psicofisica ed un dettagliato lavoro fisico che riguardi i determinati distretti muscolari: è questo il caso dell’allenamento in circuito. L’allenamento in circuito è realizzato mediante la preparazione di un certo numero di "postazioni", ciascuna delle quali viene utilizzata per effettuare un determinato esercizio, per un determinato periodo di tempo. allenamento in circuito Quando si è completato un esercizio nella relativa postazione, ci si sposta a quella immediatamente successiva, per effettuare un altro esercizio, possibilmente cronometrando il tempo prestabilito. Quando si è completato il circuito e sono stati eseguiti tutti gli esercizi da effettuare nelle relative postazioni, si dice che il circuito è completato.
E’ naturale che l’allenamento in circuito può essere utilizzato a seconda degli scopi che ci si prefiggono, pertanto esso può risultare efficace per:

- incrementare la mobilità articolare;
- sviluppare la resistenza muscolare;
- consolidare la forza;
- potenziare la resistenza cardiorespiratoria (nel caso in cui siano previsti esercizi di corsa, nuoto, ecc.).

Come si è appena accennato, il circuito deve essere strutturato in modo tale da favorire lo sviluppo delle particolari abilità specifiche necessarie per la specialità sportiva attuata dall’atleta.
La composizione del circuito è di circa 5-15 postazioni, ed il tempo di durata prevista si aggira intorno ai 5-20 minuti. Il circuito deve essere eseguito più volte per ogni seduta di allenamento. Inoltre, tra una postazione e l’altra, è consigliabile effettuare un tempo di pausa di circa 20 secondi. Infine, l’organizzatore del circuito avrà l’accortezza di collocare le postazioni in modo tale che la successione degli esercizi da eseguire impegni masse muscolari differenti.

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional