energia muscolare

L'ENERGIA MUSCOLARE

di Giovanni Lestini



(5) Le sorgenti aerobiche di energia



I processi e le reazioni chimiche che si verificano nell’organismo sono correlati con l’ossidazione delle sostanze energetiche (glucidi e grassi) ad anidride carbonica (CO2) ed acqua (H2O), generando una notevole quantità di energia per la resintesi dell’ATP.
La massima potenza che l’organismo può sviluppare nei processi ossidativi è dovuta non tanto alla disponibilità del combustibile (glucidi e grassi), quanto alla disponibilità del comburente (ossigeno) nei tessuti.
mitocondrio Il procedimento metabolico energetico, relativo al sistema dell’ossigeno, si compie all’interno della cellula muscolare e precisamente nei mitocondri. Questi rappresentano un complesso sistema membranario con particolari ripiegature dette "cristae", le quali contengono quasi tutti gli enzimi indispensabili per il metabolismo aerobico.
Per ciò che concerne la contrazione muscolare è bene precisare che i possibili combustibili sono rappresentati dai glucidi, dai lipidi, e dalle proteine. L’apporto energetico di queste ultime è irrilevante sia a riposo, sia durante il lavoro muscolare.
I glucidi rappresentano il primo combustibile nella contrazione muscolare, ma è bene ricordare che una parte di energia generata proviene anche dalla combustione degli acidi grassi provenienti dagli alimenti.
Le tre principali reazioni del sistema dell’ossigeno sono:

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional