calcio

CALCIO

di Giovanni Lestini



(5) Le punizioni



Il calcio di punizione è una penalità che viene inflitta ad una squadra se un giocatore commette una delle seguenti irregolarità:

calcio di punizione I falli sono puniti con un calcio di punizione. Quest’ultimo può essere diretto od indiretto. E’ diretto se il fallo commesso è di notevole entità, pertanto, la squadra che fruisce della punizione può calciare la palla immediatamente in porta. E’ indiretto se il fallo effettuato non è di grande rilievo.
Quando si batte un calcio di punizione la barriera della squadra penalizzata deve posizionarsi a 9,15 metri dal pallone, sino a quando la palla non è calciata da un giocatore avversario.
Il calcio di punizione indiretto si esegue passando il pallone ad un altro giocatore, che può indirizzarlo verso la porta avversaria.
Se la squadra che si difende commette un fallo dentro la propria area di rigore, l’arbitro decreta il calcio di rigore, che deve essere eseguito calciando la palla precedentemente posizionata sul dischetto del rigore, ad una distanza di 11 metri dalla porta.
Durante l’esecuzione del calcio di rigore gli atleti, ad esclusione di colui che tira e del portiere, sono tenuti ad uscire dall’area di rigore e rimanere ad una distanza minima di 9,15 metri dalla palla, sino al termine dell’esecuzione.

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional