calcio

CALCIO

di Giovanni Lestini



(6) il calcio d'angolo ed il fuorigioco



Il calcio d'angolo è una particolare rimessa in gioco che si verifica quando la squadra che si difende lancia il pallone al di là della linea di fondo campo.
La formazione che attacca ottiene la rimessa in gioco, mediante l'esecuzione di un calcio d’angolo.
Il calcio d'angolo si esegue disponendo il pallone nell’angolo composto dalla linea laterale e da quella di fondo campo. I giocatori che difendono hanno l’obbligo di collocarsi, fino all’esecuzione della rimessa, ad una distanza di 9.15 metri dalla palla.

fuorigioco fuorigioco Il fuorigioco è una regola complessa, che spesso può trarre in errore anche gli arbitri più esperti, data la rapidità del gioco, oltre alla decisione da adottare in tempi brevissimi.
In questo caso fungono da supporti fondamentali i due guardalinee.
Viene segnalato in posizione di fuorigioco quel giocatore che è collocato oltre il pallone e che, trovandosi nella metà campo avversaria, abbia tra sé e la linea di fondo campo solamente un calciatore della squadra avversaria (che di solito è il portiere).
Pertanto, nello svolgimento di un’azione di attacco, chi riceve il pallone deve avere tra sé e la porta avversaria almeno due giocatori dell’altra squadra.
Il giocatore non è in fuorigioco:

(fine del capitolo)


pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional