scacchista

Il significato di psicomotricità

di Giovanni Lestini



(7) Uno sguardo alla psiche



cervello La psiche è l’unità che apprende, produce, regola, ordina, genera gli impulsi esecutivi ed affettivo-emozionali. Essa, inoltre, è vincolata alle qualità fisiche, alla memoria, alle capacità attentive.
La psiche, pur essendo un elemento autonomo, non è un fattore a se stante, perché è l’immagine di un complesso composto di materia (il cervello), che è dotato di pensiero (attività pensante influenzata da stimoli biologici, affettivi e motivazionali).
L’atto motorio coordinato, vale a dire l’unità d’azione, è un procedimento in cui la psiche permette all’individuo di comporre e fondere armonicamente i singoli gesti in un unico atto motorio.
cerebrale L’esecuzione scorretta di un movimento è un errore d’elaborazione del sistema nervoso centrale, in cui l’aspetto psichico è condizionato ed influenzato dalle informazioni esterne ed interne, circa la programmazione del movimento per la rappresentazione motoria, che testimonia il verificarsi dell’apprendimento.
Per questo motivo un tiro a canestro fallito (o qualsiasi altro atto motorio scorretto) non è un errore dovuto alla mano, od a qualche altra parte del corpo, ma all’inadeguatezza degli impulsi nervosi inviati dal sistema nervoso centrale agli organi esecutori (i muscoli).
palla

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional