dinamismo

Le capacità motorie

di Giovanni Lestini



(3) La coordinazione



La coordinazione è la capacità motoria che permette all’individuo di apprendere ed eseguire con armonia il movimento, rispetto alle esperienze motorie ed a tutto ciò che egli ha memorizzato ed elaborato, mediante il Sistema Nervoso Centrale.

L’atto coordinato può essere attivato a causa di due tipi di sollecitazioni:

  1. ideomotoria, per attivare e tradurre in movimento un pensiero, mediante un atto volontario;
  2. sensomotoria, per avviare una risposta motoria in seguito ad uno stimolo.
Sollecitazione IdeomotoriaSollecitazione Sensomotoria
E’ programmata nelle strutture efferenti della corteccia cerebrale (frontale, parietale, temporale) e nel cervelletto.
Analizza le informazioni provenienti dalle strutture afferenti (organi di senso, recettori, aree primarie).
Considera tutte le informazioni provenienti dalle strutture afferenti, che analizzano le varie situazioni per consentire un’adeguata rettifica del movimento in funzione dello scopo.

I movimenti coordinati sono regolati da alcune componenti anatomiche del Sistema Nervoso Centrale (S.N.C.), che ne definiscono il controllo, l’esecuzione, l’intensità, l’analisi, la progettazione.

Il controllo è effettuato dalle strutture afferenti, che analizzano le condizioni di partenza del movimento e la relativa verifica, attraverso particolari recettori specializzati.

snoopy cervello L’esecuzione e l’intensità del movimento avvengono ad opera delle strutture efferenti, le quali permettono la realizzazione dell’atto motorio, mediante l’interazione tra le fibre nervose e l’apparato muscolare.

La progettazione del movimento avviene per mezzo sia della corteccia cerebrale, che avvia i processi di organizzazione motoria, sia del cervelletto, che stabilisce la successione di ogni singolo gesto motorio.

Esempio: Le strutture cerebrali di un giocatore di calcio, in particolari situazioni, elaborano una sequenza motoria che scaturisce dall’unificazione dei movimenti conosciuti con quelli nuovi, al fine di concretizzare una nuova sequenza di movimenti in funzione dello scopo.

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional