salto in alto

La percezione spazio-temporale

di Giovanni Lestini



(3) Assimilazione ed accomodamento motorio



E’ chiaro, quindi, che l’allievo deve adattare il proprio comportamento motorio riguardo all’azione reciproca fra se stesso e l’ambiente.

L’azione reciproca fra se stesso e l’ambiente permette adeguati stimoli, che consentono alla persona di includere nuove conoscenze motorie nel proprio bagaglio culturale, per affrontare nuove situazioni ed ottenere validi risultati.
ostacoli

L’adattamento motorio include due modifiche essenziali: l’assimilazione e l’accomodamento.
L’assimilazione motoria è l’arricchimento che consente all’individuo di adeguarsi alla realtà, pur utilizzando la struttura motoria che si ha a disposizione.

azione pallavolo L’accomodamento motorio è l’insieme delle modificazioni che compaiono nella struttura motoria dell’individuo, in seguito a nuove esperienze motorie.

Esempio:
un principiante, che si avvia allo sport della pallavolo, utilizza gli automatismi e gli schemi motori che ha acquisito nel tempo (spostamenti avanti, indietro, di lato, elevazione, ecc.). Con il procedere delle sedute d’allenamento, gli stimoli prodotti dalla specificità dell’attività sportiva (qualità della palla, contatto con la palla, grandezza del campo, altezza della rete, azioni d’attacco, azioni di difesa, ecc.) si sommano agli schemi motori acquisiti in precedenza. Si favorisce in tal modo la distinzione fra le molteplici situazioni di gioco (battuta, ricezione, palleggio, attacco, schemi di gioco, ecc.), con l’integrazione dei vari schemi motori, a beneficio di un corredo cognitivo-motorio sviluppato ed organizzato.

Esempio:
battuta un giocatore di pallavolo, mediante la continua pratica sportiva ed un allenamento assiduo, programma continuamente i propri schemi motori, riguardo alle competenze ed alle strategie di gioco. Pertanto, le varie situazioni di gara saranno interpretate in maniera dinamica, in continua evoluzione, poiché la particolarità delle singole azioni di gioco gli consente di programmare azioni e tattiche sempre rinnovate.

L’evoluzione degli schemi motori nell’atleta si estenderà in maniera tanto più ampia, quanto più il suo sistema nervoso centrale beneficerà di un gran numero d’informazioni motorie.

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional