primo soccorso

TRAUMATOLOGIA ED ELEMENTI DI PRIMO SOCCORSO

di Giovanni Lestini



(16) Le ferite



emorragia arteriosa La ferita è la lacerazione dei tessuti prodotta da un agente meccanico.
Le ferite si distinguono in:

Il dolore si differenzia secondo la specie di ferita. La caratteristica delle ferite è l’emorragia che può essere:

emorragia venosa Nell’emorragia capillare, la fuoriuscita del sangue è graduale ma persistente.
Nell’emorragia arteriosa, il sangue fuoriesce a zampilli. L'emorragia si interrompe se il vaso sanguigno è premuto a monte della ferita.
Nell’emorragia venosa, il sangue, più scuro, fuoriesce a cascata e cessa di sgorgare qualora si effettui la compressione a valle della lesione.
Per quanto riguarda la cura delle ferite è bene sapere che nel caso di emorragia, la fuoriuscita del sangue si arresta con un semplice laccio, ricordando che:

Il laccio può essere applicato solo per 20 minuti, poiché oltre questo limite si rischia l'ischemia con danni irreversibili per la morte dei tessuti, deve essere tolto solo da un medico o in un Pronto Soccorso, poiché togliere un laccio senza le dovute cautele potrebbe essere pericoloso, in quanto: 1) l'emorragia potrebbe riprendere; 2) potrebbe sopraggiungere lo shock dovuto alla improvvisa ripresa del circolo sanguigno; 3) si potrebbero formare degli emboli che andrebbero ad occludere un vaso sanguigno provocando l'ischemia dei tessuti con conseguente necrosi; 4) potrebbero essere rilasciate nel circolo delle sostanze nocive generatesi in seguito alla degenerazione dei tessuti.

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional