droga

DROGHE    E    A.I.D.S.

di Giovanni Lestini



(7) A.I.D.S.



L’A.I.D.S. (Acquired Immune Deficiency Syndrome), o S.I.D.A. (Sindrome da Immunodeficienza Acquisita), è una malattia di tipo virale, contraddistinta dalla graduale degenerazione delle difese immunitarie soprattutto nei giovani.
Questa malattia si verifica in seguito all’infezione del virus H.I.V. (virus dell’immunodeficienza umana); ed è accompagnata dalla comparsa di infezioni, come il sarcoma di Kaposi, caratterizzato dalla presenza di macchie di colore rosso o bluastro sul palato, sulla congiuntiva e sulla cute.
Sarcoma di Kaposi L'H.I.V. è un virus che appartiene alla categoria dei Retrovirus, così denominati perchè si riproducono in maniera inversa rispetto alla norma.
Il virus HIV si trasmette sessualmente o per contatto con sangue infetto, deteriorando tutto il sistema delle difese umane. Pertanto, l’organismo contagiato è soggetto a qualsiasi tipo d’infezione.
I sintomi principali sono: calo di peso, difficoltà neurologiche, indebolimento generale.
Gli individui contagiati sono sieropositivi e si dividono in: portatori sani, soggetti affetti da A.I.D.S., soggetti pre-A.I.D.S., soggetti con sindrome linfoadenpatica che possono contrarre l'A.I.D.S. o possono guarire, infine individui con l'A.I.D.S. conclamata il cui esito è letale.
I primi casi di A.I.D.S. si sono registrati nello Zaire, in Africa centrale, intorno al 1970. La sorgente d'infezione di questo virus è una scimmia, il cercopiteco verde, che lo ha trasmesso all'uomo attraverso il morso, oppure per ingestione di carne infetta da parte dell'uomo stesso, ovvero per rapporto sessuale.
L'infezione in breve tempo ha fatto il giro del mondo (Haiti, America, Europa, Giappone) raggiungendo popoli e Paesi molto distanti tra di loro.
Il maggior numero dei casi, secondo le stime dell'O.M.S., è stato segnalato in America con circa il 60% dei casi.

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional