piramide alimentare

ALIMENTAZIONE E ATTIVITA' MOTORIA

di Giovanni Lestini



(6) Le vitamine ed i sali minerali



La funzione primaria delle vitamine è quella di favorire il ricambio dei grassi e dei carboidrati.
Pertanto, anche se esse non producono energia, sono fondamentali per il funzionamento dei processi organici. Le vitamine si distinguono in:

Le vitamine idrosolubili sono costituite dalla vitamina C e dagli elementi che strutturano il complesso B. Esse non possono essere accumulate nell’organismo, pertanto devono essere assunte mediante il regime alimentare quotidiano.
Al contrario, le vitamine liposolubili (A, D, E, K) sono conservate nei tessuti organici, soprattutto nel fegato, ma anche nei tessuti grassi. Una quantità eccessiva di vitamine liposolubili può causare conseguenze nocive, mentre una loro assunzione insufficiente può condurre a gravi patologie, anche di tipo coronarico.
Nelle società con un tenore di vita agiato, tali insufficienze sono piuttosto inconsuete.
Il quantitativo giornaliero indispensabile di vitamine è minimo, pertanto può essere soddisfatto attraverso un regime alimentare variegato.
Gli alimenti più abbondanti di vitamine sono quelli vegetali formati da foglie verdi.

Per quanto riguarda i sali minerali, è sufficiente segnalare che sono complessi inorganici presenti nell’organismo umano in dosi minime.
Essi sono fondamentali per le attività biologiche dell’uomo. I sali minerali più comuni sono:

Una grande quantità di sostanze nutritive minerali si trova generalmente nei cibi.
Ad esempio, il sale da cucina fornisce all’organismo il sodio.
Molti sono a conoscenza del fatto che il latte ed i suoi derivati abbondano di calcio e di potassio. Quest’ultimo, inoltre, si trova in grandi quantità anche nella frutta secca.
Infine, molte proteine di origine animale sono ricche di fosforo e di ferro (fegato).

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional