piramide alimentare

ALIMENTAZIONE E ATTIVITA' MOTORIA

di Giovanni Lestini



(1) Una sana dieta alimentare



alimentazione giornaliera carboidrati Un’idonea nutrizione influisce positivamente sulle prestazioni atletiche, poiché è in virtù dell’assunzione di carboidrati, grassi, proteine, vitamine, sali minerali, acqua, che si rendono disponibili le risorse necessarie sia per le funzioni metaboliche, sia per l’esecuzione dell’esercizio fisico.
Un’alimentazione non adeguata al fabbisogno altera il rendimento dell’atleta, con il conseguente crollo della prestazione. Un’insufficiente assunzione di acqua produce un effetto negativo e debilitante sul rendimento.
Il risultato positivo di un atleta, così come può migliorare in seguito ad una appropriata cultura nutrizionale, può essere compromesso da una carente dieta alimentare.

Le funzioni metaboliche sono l’insieme delle reazioni chimiche attraverso le quali le cellule trasformano l’energia, vivono, crescono e si riproducono.

Generalmente, ad un aumento del dispendio energetico, corrispondono gli opportuni adeguamenti da soddisfare mediante una dieta, che ripristini i normali livelli degli elementi nutritivi.
Un aumento indiscriminato dell’apporto proteico non trova, invece, adeguate motivazioni scientifiche, anche se il fabbisogno dello sportivo sia più elevato rispetto alla quantità di calorie e di principi nutritivi consigliati, per favorire il più conveniente soddisfacimento dei bisogni nutrizionali della popolazione italiana (L.A.R.N.).
E’ necessario, inoltre, conferire una posizione di rilievo all’idratazione e alla reintegrazione dei liquidi, in seguito alle perdite idriche a causa della sudorazione, peraltro molto abbondante nell’attività sportiva.
«La dieta adeguata (quantità e qualità) prima, durante e dopo l’allenamento e la gara ottimizza la prestazione» (International Consensus Conference - Losanna 1991).
L’American Dietetic Association, l’American College of Sports Medicine e la Dietitians of Canada nel 2000 sostengono che: «...l’attività fisica, la prestazione sportiva e la fase di recupero dopo l’esercizio sono favorite da un’alimentazione ottimale...».
Questi princìpi sono validi per tutti coloro che effettuano la pratica sportiva, qualunque sia l’intensità dell’allenamento ed il livello tecnico di esecuzione. Si deve, inoltre, considerare che l’alimentazione rappresenta un tassello fondamentale per prestazioni ottimali, che coinvolgono la sfera psicofisica dell’individuo, a prescindere dalla pratica sportiva se questa sia effettuata a livello amatoriale, agonistico o professionistico.
Gli atleti che svolgono l’attività sportiva agonistica, con elevati carichi di allenamento, devono adottare un idoneo regime alimentare, conditio sine qua non per il raggiungimento ed il mantenimento di un’adeguata performance, per il conseguimento del risultato sportivo.
La dieta alimentare è di fondamentale importanza nel programma di allenamento per tutti gli atleti, il cui obiettivo è quello di eseguire un lavoro muscolare significativo e adeguato alle aspettative dell’atleta stesso.
Una corretta condotta alimentare è sufficiente a soddisfare il fabbisogno nutrizionale nella maggior parte degli sportivi, senza ricorrere agli integratori, il cui utilizzo dovrebbe essere evitato (eccezion fatta per alcuni casi ove sono presenti specifici fabbisogni nutrizionali).
I componenti essenziali della dieta alimentare sono:

i carboidrati;
i grassi o lipidi;
le proteine;
le vitamine e i sali minerali;
l’acqua.

I carboidrati, i grassi e le proteine sono elementi organici per la presenza di carbonio; essi rappresentano le uniche sorgenti energetiche, pertanto, sono chiamati nutrienti energetici.
I sali minerali e l’acqua essendo sprovvisti di carbonio danno luogo ai nutrienti inorganici.

Le vitamine hanno il compito di favorire le funzioni metaboliche nelle cellule del corpo, poiché costituiscono il complesso B, e rappresentano gli elementi fondamentali nel metabolismo energetico.

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional