piramide alimentare

ALIMENTAZIONE E ATTIVITA' MOTORIA

di Giovanni Lestini



(9) L’acqua



Percentuali di acqua nel corso della vita Il corpo umano è composto per il 60-75% di acqua. Questa percentuale varia nel corso della vita a seconda del sesso, dell’età e del regime alimentare.
Nel neonato la quota d’acqua presente è di circa il 70-75% della composizione corporea, mentre nell’anziano questa raggiunge circa il 60%.
Una molecola d’acqua è costituita da un atomo di ossigeno e da due atomi di idrogeno. Questo elemento essenziale è presente in ogni cellula, per consentire e favorire tutte le reazioni chimiche e metaboliche.
L’acqua, infatti, è il nutriente più importante e indispensabile, poiché conferisce al protoplasma quella fluidità essenziale per gli scambi cellulari.
Le proteine del protoplasma sono completamente immerse nell’acqua, la quale si trova in eccedenza intorno alle molecole di circa il 38%; pertanto, non si incorre in alcun danno se questa viene rimossa, in quanto le proteine sono ancora immerse in una quantità sufficiente di acqua. Se, però, l’acqua diminuisce ulteriormente, le catene proteiche aderiscono l’una all’altra, cessando il metabolismo cellulare, con la conseguente morte della cellula. E’, dunque, evidente che l’acqua ricopra un ruolo fondamentale in tutti i processi vitali.
molecola d'acqua Nell’acqua sono distribuiti i glucidi e i protidi, inoltre vi sono disciolti molti sali minerali come il cloro, il fosforo, il potassio, il calcio e il sodio.
L’acqua funge da supporto a molti processi metabolici, ricopre una funzione plastica e assolve il compito di lubrificare e supportare le articolazioni ed i tessuti.
Se è un fatto sorprendente che il corpo umano sia costituito di circa i ⅔ di acqua (poco meno di quello di alcune meduse che registrano il 99% d’acqua, contro il 75% del neonato di uomo), è altrettanto singolare che senza acqua si muore nel giro di circa quattro giorni.
L’assunzione di acqua avviene, oltre che con l’alimentazione liquida, anche con i cibi solidi, che ne contengono circa il 70-80%, contribuendo in tal modo al mantenimento dell’equilibrio idrico, che corrisponde al rapporto tra la quantità di acqua assunta e di quella eliminata.
bicchiere Il corpo umano, mediamente, perde in 24 ore un litro e mezzo di acqua attraverso le urine, 750 ml mediante la traspirazione epidermica, 400 ml durante l’espirazione, 150 ml con le feci, ovvero 2,8 litri al giorno. Pertanto, il bilancio idrico "esige" che la medesima quantità di acqua sia assunta quotidianamente dal nostro organismo.
Ciò non significa che dobbiamo bere 2,8 litri di acqua al giorno, poiché l’organismo, attraverso i processi di ossidazione, produce circa 300 ml di acqua al giorno. Inoltre, il cibo che ingeriamo quotidianamente contiene una quantità media di acqua di circa 1 litro, per un totale di 1,3 litri che, sottratti ai 2,8 litri da reintegrare, comportano mediamente una differenza di un litro e mezzo di acqua al giorno, pari a 6 bicchieri di acqua giornalieri. Nonostante ciò, se aggiungiamo altri due bicchieri di acqua, i reni ne trarranno un notevole vantaggio, in quanto saranno facilitati nell’eliminazione delle tossine accumulate sia con l’ossidazione, sia con l’alimentazione.
Non si deve, però, esagerare con l’assunzione di liquidi per via orale, in quanto i reni andrebbero in sofferenza per espellere i liquidi nell’arco delle 24 ore.
A proposito, uno studio condotto da S. M. Kleiner dell’Università di Washington, risulta che nell’adulto la quantità di assunzione giornaliera di acqua è di circa 2 litri, osservando la proporzione di 30-35 ml di acqua per ogni Kg di peso corporeo (30-35 ml di acqua/Kg di peso corporeo).
Se si beve una quantità di acqua superiore ai 2 litri al giorno si rischia l’iperidratazione e si sottopongono i reni ad uno sforzo eccessivo. Se, al contrario, non si beve a sufficienza, si provoca la disidratazione dell’organismo con i seguenti sintomi: stipsi, cefalea, letargia, confusione mentale, calcolosi urinaria, aumento della temperatura corporea e difficoltà di concentrazione.

Di seguito è riportata la percentuale di acqua nei vari tessuti e organi del corpo umano:

Tessuto % di acqua
Sangue 83,0
Reni 82,7
Cuore 79,2
Polmoni 79
Milza 75,8
Muscolo 75,6
Cervello 74,8
Intestino 74,5
Pelle 72
Fegato 68,3
Osso 22
Tessuto adiposo 10
Percentuale di acqua nei vari tessuti e organi (Da P. SPAGGIARI - C. TRIBBIA, Le meraviglie dell’acqua, il mistero biofisico che ci dona la vita, Milano, Tecniche Nuove, 2007)

(segue...)

pagina precedente Torna all'home page pagina successiva

Torna all'inizio

Valid XHTML 1.0 Transitional